Benvenuti!

Ciao a tutti,
Lunedì, martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato, domenica e questo blog Artedim è al mio ottavo giorno.
Attraverso Artedim voglio presentarvi le mie ceramiche, quadri e lavori decorativi.

Vorrei interagire con altre persone che amino il suo lavoro, tanto come io amo il mio.

Riscoprire alcuni mestieri, ma partendo da noi stessi e così tirare fuori lo spirito delle cose, per poter apprezzare l'anima degli oggetti...

domenica 7 dicembre 2014

Christmas Art

Buona domenica! Oggi l’aria fredda delle Alpi Comasche ci fa capire che siamo quasi all’arrivo della neve e felicemente del Natale 2014.
E per apportare un' atmosfera di buon augurio, guardate un po’ questo post che vi ho preparato!
Un progetto natalizio Handmade Christmas, che forma parte di un’iniziativa creata molto a bon ton della nostra geniale Alex Bonetto.


Come si fa una statuetta in ceramica con l’argilla rossa, detta anche maiolica?

Per modellare l'argilla e sperimentare la tecnica della ceramica, non bisogna avere seguito uno studio artistico precedente.
Ci vuole soltanto lasciarsi andare e iniziare a manipolare la materia come fosse un gioco.
La forgiatura del pezzo avviene partendo da una palla di creta e per la modellazione si usano solo le mani e la fantasia.
Halyna, è una bravissima artista, nonostante fosse la prima volta che toccava l’argilla.
Proprio per questo è venuta a Artedim, per fare un corso di ceramica.

Siccome non si può dire in poche ore quello che si ha tramandato da secoli sull’arte della ceramica, al meno ho iniziato a dirle che le tecniche di modellazione sono:
modellazione a mano, a colombino, foggiatura a tornio, a lastra, colaggio o tecnica a stampo, essiccamento, saldatura…
Dopo per la smaltatura si possono utilizzare varie tecniche: per immersione, a pennello, a spruzzo, a colaggio…
Dopo avverrà l’essiccamento che può variare secondo lo spessore del pezzo, da 10 giorni a 20, lasciandolo asciugare per finalmente metterlo in cottura.
La temperatura della prima cottura dipenderà dalla materia che sia stata utilizzata. Viene chiamata biscotto e la temperatura va dagli 850° ai 900°C e non superando comunque  i 1000°.
Poi si farà la seconda cottura per lo smalto. Se si desidera ad esempio decorare con l’oro o l'argento ci sarà un’ulteriore e terza cottura, chiamata terzo fuoco.

Do you understand, are you ready?
 
Le ho fatto una prima domanda:
Halyna, hai già in mente quello che vorresti fare?
Vuoi prendere un oggetto come campione e provare a riprodurlo?
Vuoi guardare una rivista, libro e catturare un' immagine?
Vorresti iniziare a impastare e scoprire le diverse forme che si creano, quando manipoli l'argilla?
Vuoi prendere uno stampo dal laboratorio e fare uno nuovo?
Vuoi lasciarti ispirare dal panorama che abbiamo qui davanti a noi?
Porti con te un’idea?

Halyna sì, aveva già in mente un oggetto.
E siccome da angelo, nasce angelo,  lei ha seguito le mie istruzioni per fare questa simpatica statuina.



 



Un 650 g abbondanti d’argilla rossa (anche se si vede grigia scura) diventerà rossiccia dopo la cottura.



 



Impastare è un modo per preparare l’argilla. Questo viene fatto per fornire uniformità e così avrà elasticità sufficiente per lavorare.  







La manovra si ripete fino a quando l'argilla è completamente miscelata e pressata per formare un lungo blocco con lo spessore appropriato.










Se comincia a dare una forma definita.




 Bene, la base si vede bella!











Si procede a svuotare il cono d’argilla, quello che sarà il corpicino dell’angioletto.










Stecchette, grembiule, spugne, tutto asomoglia molto a una cucina.






Halyna è concentrata e molto premurosa con i particolari del cappuccio.











Eccolo il cappuccio bene in testa :)










Torniello uno torniello due, tutto il necessario per poter lavorare comodamente, evitando di toccare la statuina il meno possibile.





Quali smalti e quanti colori vorremo che abbia il nostro angioletto?

L’imbarazzo della scelta, sebbene le diverse opzioni per la decorazione è importante saperlo in anticipo della prima cottura in forno.





Lui da solo è stato buono, buono per 20 giorni senza che nessuno lo tocchi.
E adesso angioletto stami bene che ci vedremo tra 36 ore!!!




Che meraviglia l'arte della ceramica!
Si conclude così il corso di ceramica che Halyna ha fatto, portando a casa 
il suo tenero e piccolo angioletto e io felice vi saluto fino al nostro 
prossimo progetto con
The Creative Factory  





21 commenti:

  1. WOW, ma questo non è semplice hand made è vera arte. Sono rimasta bocca aperta, complimenti!!

    Vado a condividere subito sui social!

    Ciao
    Flavia

    RispondiElimina
  2. Davvero stupendo!!..Tu sei un'artista bravissima..mi piace tutto quello che fai e come lo fai!!..vera arte..corro subito a condividere!!..complimenti!!

    RispondiElimina
  3. Hai ragione, che meraviglia! Stiamo un po' lontane, altrimenti non mi sarei persa il corso. Questa è una arte della tradizione Italiana molto affascinante, complimenti per i bellissimi lavori!

    RispondiElimina
  4. Ho scoperto te e il tuo blog oggi grazie a Alex....come vorrei imparare a lavorare l'argilla....magari la prossima estate, se è possibile, vengo a vedere le tue creazioni: io ho la casa a Maggio! Buon lavoro
    Isabella

    RispondiElimina
  5. Bravissima, complimenti per l'angioletto e il tutorial veramente chiaro.
    Un abbraccio
    Sara

    RispondiElimina
  6. Bello trabajo Diana !!!
    Impecable taller y suma prolijidad !!!
    Un fuerte abrazo !!!
    <3
    Silvia

    RispondiElimina
  7. Che brave che siete state: l'angioletto è molto bello ed è uno dei soggetti che a noi piace di più!
    Ci piacerebbe fare un corso nel tuo laboratorio. Gli ingredienti ci sono tutti: montagne, arte, professionalità e simpatia.

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia vederlo nascere dal panetto di argilla!
    Bellissimo tutorial e stupendo lavoro. =)
    Dani

    RispondiElimina
  9. Adoro letteralmente l'argilla! Purtroppo so cosa significa il piacere di lavorarla...purtroppo perche' una volta che inizi non finisci piu'! L'odore e la possibilita' di modellare con le mani...peccano non ho potuto continuare, ma sarei contenta di seguirti per vedere i tuoi lavori! :)
    Complimenti, questa statuetta e' bellissima anche la sua decorazione!

    RispondiElimina
  10. Ma che bello! Mai visto niente di simile
    Mi piace moltissimo
    A presto
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
  11. Che meraviglia questo angioletto! Non sai quanto mi piacerebbe lavorare l'argilla, con una maestra brava come te poi sarebbe un'esperienza sicuramente interessante.
    Un abbraccio
    Silvia

    RispondiElimina
  12. Adoro la ceramica ed è importantissimo tramandare questa tradizione. Grazie per il tutorial!

    RispondiElimina
  13. Grazie mille per i vostri commenti, sono per me come la ciliegina sulla torta, soprattutto perché “La Ceramica” lo merita. Spero ancora di condividere i nostri lavori, a presto!

    RispondiElimina
  14. Complimenti Diana, sei bravissima!! Il tuo angioletto è stupendo, sei proprio un'artista! Abbiamo sbirciato anche su Etsy....sei super creativa! Brava, brava, brava!!!

    RispondiElimina
  15. Che meraviglia!!! E' bellissimo!!!

    RispondiElimina
  16. Wow..io avrei combinato un casino, ma tu sei bravissima!
    Complimenti!!!

    RispondiElimina
  17. avevo già condiviso ma sono tornata per lasciarti un commento: l'amore traspare da ogni passaggio, e l'amore produce solo buone opere, complimenti
    carmen

    RispondiElimina

Grazie per i vostri saluti
Tutti i vostri commenti sono benvenuti!